Condividi su:

News

Aggiornamenti, congressi, convegni, dibattiti, sperimentazioni, pubblicazioni, associazionismo, notizie dagli ex-Allievi e dalle Associazioni.

Metodo Papadia

Riprogrammazione bioenergetica

Il "tocco pranico" immette la "pranoterapia"

Corsi

Corsi

Corsi di base e avanzati per una professione in cui l'empatia coinvolge la relazione di campo.

News in primo piano
  • 28 Set 2016

    Migliorare l’assistenza sanitaria ai soggetti con demenza

    Leggi News
  • 28 Set 2016

    Cattive abitudini e neurobiologia

    Leggi News
  • 27 Set 2016

    Il Taglia e Incolla del DNA

    Leggi News
  • 27 Set 2016

    Preoccupanti le recenti statistiche su giovani e droghe

    Leggi News
  • 14 Set 2016

    Laboratorio di Cine-Biblio-Counseling: Il Mercante di Venezia

    Leggi News
  • 30 Ago 2016

    La voce della madre

    Leggi News
Libri
Corsi
Torna alla lista degli Articoli 16 Ago 2015

ATTENZIONE ALLO STRESS, QUANDO MANGI


E' un'esperienza comune che sotto stress perdiamo il controllo. In uno studio della rivista Neuron (http://www.cell.com/neuron/abstract/S0896-6273(15)00627-3) sono stati coinvolti in totale 51 soggetti, selezionati in base al fatto che seguivano normalmente uno stile di vita piuttosto salutare. Sono stati sottoposti in condizioni di laboratorio controllate a una situazione stressante – come tenere una mano nell'acqua gelata per tre minuti – seguita da una scelta conflittuale tra due cibi, uno più saporito e l'altro più salutare.

Dall'analisi dei dati è emerso che i soggetti sottoposti a stress sceglievano con più frequenza i cibi più saporiti e meno salutari rispetto ai soggetti del gruppo di controllo. Ciò è in accordo con i risultati delle misurazioni dell'attività neurale registrata con tecniche di imaging cerebrale. Da queste infatti si evidenziano schemi di connettività alterata tra diverse regioni cerebrali, tra cui amigdala, striato, corteccia prefrontale dorsolaterale e ventromediale, collegati all'evidente riduzione della capacità del soggetto di mantenere l'autocontrollo sulla scelta del cibo. Inoltre, ad alcuni di questi cambiamenti neuronali erano associate anche alterazioni nel livello di cortisolo, l'ormone comunemente associato allo stress.

La capacità di autocontrollo è sensibile alle perturbazioni a diversi livelli e un autocontrollo ottimale richiede un preciso bilanciamento di input che provengono da diverse regioni cerebrali.
Un dato importante emerso dalla ricerca è che per influenzare le capacità di autocontrollo bastano bassi livelli di stress.
Si tratta di un elemento significativo - afferma la rivista - perché implica che anche fattori di stress moderato, molto più comuni degli eventi di stress estremo, sono in grado d'influenzare le scelte, e questo avviene molto frequentemente nella popolazione generale.

^ top