I° ANNO - TOCCO PRANICO

PROGRAMMA DIDATTICO



SEZIONE PRIMA: IL PRANA DELLE MANI

A.  Il prana delle mani: l'arte di stimolare il prana.
1.   Tecniche di base delle mani: le posture.
2.   Ascolto bioenergetico ed empatia da parte dell'operatore. La lettura bioenergetica di campo.
3.   Transfert e controtransfert bioenergetico.
4.   L'atteggiamento del cliente e la sua narrazione bioenergetica.
5.   Effetti nell'operatore e nel cliente.
6.   Il setting del tocco pranico.

B.  Ambiti di applicazione del tocco pranico I°
1.   Il setting del tocco pranico. Tempi, durata e frequenza della seduta. Come si conduce il colloquio con    il cliente.
2.   Il linguaggio della comunicazione bioenergetica e analogica.
3.   Effetti del trattamento nel cliente e nell'operatore.
4.   Il tocco pranico antistress.
5.   Il tocco pranico nelle situazioni di dolore.
6.   Il tocco pranico nelle situazioni di sovraffaticamento.
7.   Il tocco pranico e la pratica del rilassamento-meditazione.

C. La tradizione dell'imposizione delle mani.
1.   Le mani dell'uomo e l'evoluzione del suo cervello: dalla costruzione degli utensili, alla scrittura, dal linguaggio alla cura.
2.   Principi di etnomedicina.
3.   La storia della pratica dell'imposizione delle mani. 
4.   Le guarigioni "miracolose".
5.   I guaritori di campagna e i re guaritori. 
6.   L’intromissione del paranormale. 
7.   I guaritori nella cultura popolare italiana. 
8.   Le ricerche di De Martino e di Servadio.
9.   Situazioni di blocco e sblocco del prana personale a causa del vissuto personale.

D.  Interpretazioni scientifiche del prana delle mani.
1.   L'ipotesi "magnetica" di Mesmer. 
2.   L'ipotesi di campo bioelettromagnetico.
3.   L'ipotesi psico-neuro-endocrino-immunitaria.
4.   L'interpretazione psicosomatica.
5.   Il concetto di bioenergia alla luce delle sperimentazioni neuroscientifiche.
6.   Perché le mani.
7.  Il dibattito e le polemiche sulla pratica moderna del prana: il passaggio dalla pranoterapia tocco pranico. 
8.   La funzione delle macchine del test bioenergetico.



SEZIONE SECONDA: I FONDAMENTI DELLA BIOENERGIA

A.  I fondamenti della bioenergia e il concetto di campo
1.  I fondamenti filosofici. Le filosofie occidentali; le filosofie orientali: ayurvedica e taoista;
2. I fondamenti scientifici della fisica. Evoluzione del concetto di campo: Newton, Maxwell, Einstein, Dirac, Pauli.
3.  I fondamenti scientifici della biologia. Darwin, la bioecologia, la nicchia ecologica. L'unità sistemica di tutti i viventi.

B.  Nozioni generali di antropologia bioenergetica
1. Gli effetti dell'energia gravitazionale sulla struttura fisica, sui processi fisiologici e psicologici del bipede umano.
2.  L'incidenza dei processi dell'energia chimica sulla biologia e la vita emozionale umana.
3.  Cosa comporta per l'essere umano il suo essere una macchina bioelettromagnetica.
4. Le caratterizzazioni biologiche, fisiologiche, psicologiche, relazionali e bioenergetiche della specie umana derivanti dal suo appartenere al genere dei mammiferi.
5.  Homo Sapiens e il suo campo energetico sulla Terra.


SEZIONE TERZA: STUDI DI BASE

A. Istituzioni di anatomia e fisiologia medica.
1.   Il corpo come una mappa: gli organi. 
2.  Il corpo come un sistema chimico: principali processi. Il concetto di metabolismo. Funzione dell'acqua. 
3.  Il corpo come un sistema bioelettrico: organizzazione e comunicazione. Il concetto di retroattività, di riflesso.
4. Gli apparati: muscolo-scheletrico, respiratorio, circolatorio, neurologico, endocrino, immunitario, digestivo, escretorio, sessuale-procreativo.

B.  Istituzioni di antropologia taoista I°
1.   Teoria e simbolo di yin e yang, dei cinque movimenti e delle loro proprietà.
2.   Influenza dell'evoluzione stagionale sull'organismo.
3.   Distinzione fra organi e visceri.
4.   I 6 canali energetici principali.
5.   Interazioni e connessioni fra tocco pranico e medicina taoista.


SEZIONE QUARTA: PERCORSO PERSONALE

1.   Training autogeno.
2.   La visualizzazione e la programmazione immaginativa per il superamento delle cattive abitudini.
3.   La visualizzazione e la programmazione immaginativa per il raggiungimento degli obiettivi.
4.   Discussione dei casi esperienziali.


ATTESTATO DI OPERATORE DEL TOCCO PRANICO - E PRIMO LIVELLO NEL COUNSELING BIOENERGETICO

*      *       *
 

A chi è aperto il corso. A sociologi, insegnanti, formatori aziendali, psicologi, assistenti sociali, infermieri, e a tutti i diplomati di scuola media superiore, previo colloquio con il Tutor del corso.


ORGANIZZAZIONE

Annuale, per fine settimana
sabato ore 10-18.00, la domenica ore 10-17,
per un totale di 120 ore.
 
Quota di partecipazione: 1500,00 rateizzabili, IVA inclusa, mese per mese.
Nella quota sono compresi tutti i costi compresi le slides.
Escluso solo il testo obbligatorio.
 
Gli allievi fuori sede oltre i 100 km hanno diritto a uno sconto proporzionato alla distanza


 

Dove si svolge il Corso?

Il Corso si tiene a Roma - nell'ambito del progetto di formazione in Campus - presso "Casa La Salle", Via Aurelia n°472, a pochi passi dalla stazione metro "Cornelia". Parcheggio interno. La struttura offre la possibilità di pernottamento.

News in primo piano

  • Da mangiarselo... di baci!
    30 Nov 2017
  • I neonati per Picasso
    29 Nov 2017
  • La 'bambina del secolo'
    28 Nov 2017
  • Gli alcolici non suscitano tutti le stesse emozioni
    27 Nov 2017
  • Linguaggio e geni dello stress
    26 Nov 2017
  • Sopprimere i pensieri indesiderati
    25 Nov 2017

Libri