III° ANNO - LA RIPROGRAMMAZIONE BIOENERGETICA

PROGRAMMA DIDATTICO



SEZIONE PRIMA: IL PRANA DEI COLORI

Ernest Lüscher: il linguaggio dei colori e la lettura bioenergetica della persona
1.  La realtà poliedrica dei colori: fisica, fisiologia, neurologia e cultura.
2.  Il campo psichico dei colori individuali: "il colore della persona".
3.  L'uso dei colori di Lüscher nelle relazioni affettive.
4.  I colori di Lüscher per il problem solving.

 
SEZIONE SECONDA: IL PRANA DEI SUONI

1.  Il prana del suono e la parola che tace.
2.  Le sonorità del nostro cervello e il nostro sistema psico-neuro-endocrino-immunitario.
3.  Esercitazioni all’espressione sonora di sé anche con strumenti rudimentali.
4.  La scoperta e lo stimolo degli stati creativi.
5.  L’uso del prana sonora nel problem solving.
6.  Il prana del suono antistress.

 
SEZIONE TERZA: IL PRANA DELLE MANI NEL COUNSELING BIOENERGETICO

1.  ll tocco pranico nelle condizioni psicosomatiche.
2.  Il tocco pranico quale aiuto nelle situazioni di ansia nella prestazione.
3.  Il tocco pranico nelle situazioni con atteggiamento di ritiro esistenziale.
4.  Il tocco pranico per l'attivazione del sistema psico-neuro-endocrino-immunologico (PNEI).
5.  Stimolazione dell'energia in relazione alle scelte.
6.  Sblocco mentale e sostegno nei conflitti.

 
SEZIONE QUARTA: IL PRANA DELLA PAROLA NEL COUNSELING

A. Il counseling bioenergetico e il fare counseling I°
1.  Storia del fare counseling in bioenergia. Storia della professione del counselor.
2.  L'ascolto della parola e dell'energia. Le caratteristiche dell’ascoltare come momento centrale della relazione.
3.  L'empatia. Neurofisiologia, antropologia e sociologia dell’empatia. Il transfert nella prospettiva dell’empatia. Come gestire il transfert.
4.  Sociologia del problema di benessere oggi. Le pratiche salutistiche.
 
B. Il setting del counseling della riprogrammazione bioenergetica individuale
1.  Definizione del problema attraverso l'ascolto bioenergetico e verbale.
2.  La creazione del campo bioenergetico empatico.
3.  Definizione dell’obiettivo della consulenza. Il patto e l’alleanza della consulenza: gli impegni reciproci attraverso la definizione del setting.
4.  Deprogrammazione attraverso il tocco pranico e le tecniche.
5.  Stabilizzazione e verifica del nuovo programma.
6.  Gestione delle risorse.
7.  Chiusura della relazione.
 
C. Il setting del counseling della riprogrammazione bioenergetica di gruppo di auto-aiuto
1.  Promozione di un gruppo omogeneo.
2.  Creazione dell'obiettivo concordato.
3.  Periodicità degli incontri e verifica degli obiettivi.
4.  Dinamiche di campo nel gruppo e loro gestione.
5.  Il tocco pranico di gruppo.
6.  Gestione dei dislivelli nella capacità di raggiungere gli obiettivi.
7.  Scioglimento del gruppo.
 
D. Percorso personale e counseling dell'auto-aiuto.
1.  Tecniche operative del superamento delle cattive abitudini.
2.  Strategie positive e strategie fallimentari.
3.  L'obiettivo di mantenere le promesse a sé stessi e le ricadute.
4.  L'obiettivo di gestire l'autodisciplina e le sue ricadute.
5.  Stage di fine anno.


SEZIONE QUINTA: MODULO DEL PERCORSO DI SUPERVISIONE

1.  La scelta di intraprendere la professione di operatore della Riprogrammazione comporta che l’allievo sottoponga a verifica, con l’aiuto di un Tutor, la propria programmazione mentale ed emotiva sia individualmente sia in gruppo.
2.  Il percorso è necessario per chi fa da Consulente a persone che devono decidere, per sé o per altri, su questioni importanti che richiedono educazione alla critica e autonomia di giudizio.
3.  È un training specifico grazie al quale l’allievo impara ad interagire comunicando direttamente ed empaticamente, a sperimentare la tolleranza e l’ascolto della comunicazione verbale, a confrontarsi con le problematiche della leadership e dell’esclusione, ad accogliere le emozioni più profonde, a comprendere i significati della comunicazione non verbale.

 
*     *     *
 
ACQUISIZIONE DEL TITOLO PROFESSIONALE
 
Al termine del corso l’allievo deve compilare una tesi concordata con un docente e sostenere un esame interno.
 
IL RISULTATO POSITIVO DÀ DIRITTO AL TITOLO DI COUNSELOR DELLA RIPROGRAMMAZIONE BIOENERGETICA e ad accedere all’esame di ammissione AL REGISTRO DELL’ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE ASSOCOUNSELING.

 

Dove si svolge il Corso?

Il Corso si tiene a Roma - nell'ambito del progetto di formazione in Campus - presso "Casa La Salle", Via Aurelia n°472, a pochi passi dalla stazione metro "Cornelia". Parcheggio interno. La struttura offre la possibilità di pernottamento.

News in primo piano

  • Da mangiarselo... di baci!
    30 Nov 2017
  • I neonati per Picasso
    29 Nov 2017
  • La 'bambina del secolo'
    28 Nov 2017
  • Gli alcolici non suscitano tutti le stesse emozioni
    27 Nov 2017
  • Linguaggio e geni dello stress
    26 Nov 2017
  • Sopprimere i pensieri indesiderati
    25 Nov 2017

Libri