Menu
Cos'è il ''tocco pranico'' / pranoterapia

L'imposizione delle mani è un "tocco pranico", un'arte del benessere e dell...

Leggi...
Breve storia della pranoterapia

L'imposizione delle mani è una tipica manifestazione dell'empatia umana, nella tradiz...

Leggi...
Perché ''tocco pranico''

Con la denominazione "tocco pranico" si intende il contatto empatico e altruistico di...

Leggi...
Ipotesi di spiegazione del fenomeno

La mia ipotesi del motivo per cui l'imposizione delle mani mediante "tocco pranico"&nb...

Leggi...
Antropologia

La domanda classica «operatore del prana si nasce o si diventa?» richiede una risposta a...

Leggi...

Breve storia dell'imposizione delle mani

L'imposizione delle mani è una tipica manifestazione dell'empatia umana, nella tradizione con il tempo anche troppo strettamente legata con i cosiddetti "guaritori", che in realtà sono persone che, secondo i diversi contesti storici, hanno praticato la cura seguendo molteplici pratiche etnomediche. 
La tradizione cristiana ne è profondamente implicata a causa della figura di Gesù, il cui comportamento ne rivela l'appartenenza alla tradizione dei guaritori. Questo antefatto ha comportato un doppio effetto: di avocazione dell'imposizione delle mani alle figure ecclesiastiche e all'operare miracolistico e di espressione della fede religiosa spontanea (in modo particolare nell'ambiente protestante).

Bisogna attendere il XVIII secolo perché Franz Anton Mesmer cercasse di emancipare questa pratica dalla religione elaborando la teoria del "biomagnetismo".

Egli aprì così un filone che ebbe successo e destò nei secoli seguenti un'attenzione particolare ai processi psicofisiologici della psicosomatica e che fu inquinato, in modo particolare nel XIX secolo, dallo spiritismo e dall'invasione della magia, con la complicità del cosiddetto paranormale. In Italia, durante gli anni '50, il fenomeno è stato studiato approfonditamente dal grande sociologo Ernesto De Martino e dallo psicoanalista Emilio Servadio.

La polarizzazione dell'imposizione delle mani sull'aspetto terapeutico ne ha in qualche modo alterato l'autenticità deviandola verso il territorio insidioso delle cosiddette "medicine alternative", sospingendola verso la cura di qualche malanno, esponendola a promesse fantasiose e deprivandola di quegli elementi di empatia e di contatto che ne sono la caratteristica.


RICHIEDI INFORMAZIONI

News in primo piano

  • Da mangiarselo... di baci!
    30 Nov 2017
  • I neonati per Picasso
    29 Nov 2017
  • La 'bambina del secolo'
    28 Nov 2017
  • Gli alcolici non suscitano tutti le stesse emozioni
    27 Nov 2017
  • Linguaggio e geni dello stress
    26 Nov 2017
  • Sopprimere i pensieri indesiderati
    25 Nov 2017

Corsi